venerdì 24 luglio 2009

Le nostre vacanze

Abbiamo finalmente puntato verso Sud, verso quel mare, quei colori, quei silenzi che silenti non sono, perché pieni del frastuono di cicale che sembrano impazzite, quei profumi che solo il pieno Mediterraneo può donare. Quella luce che acceca e quel cielo che dona al mare ogni sfumatura di azzurro, e un orizzonte in cui perdersi, abbiamo ritrovato quel vento che ti culla nel sole a picco del mezzogiorno di caldo senza tregua, ma che ti accarezza il sonno leggero.Così siamo ritornati al mare che amiamo, a quelle onde che spesso hanno rapito i nostri pensieri,i nostri sogni, a volte carichi di malinconia e attesa. Questa volta alle onde non abbiamo portato malinconia, o sogni o attese,ma la nostra nuova felicità. E sarà per questo che sono stati giorni senza nemmeno una nuvola? Chissà.
E' stata la prima vera vacanza a tre, siamo partiti con un pesciolino che non ne voleva più sapere del mare, ad ogni onda una fuga e una corsa verso le braccia della mamma.

Poi piano piano ci siamo riavvicinati, quale metodo? Se Giada non va al mare allora sarà il mare ad andar da Giada. Abbiamo riempito d'acqua il piccolo canotto, che contro ogni previsione di Gigi ha stoicamente resistito ad ogni tipo di trascinamento e superficie, e l'abbiamo piazzato ad un passo dal mare, le ha dato sicurezza, ha superato il timore di quel continuo movimento.
All'inizio lo ha utilizzato come allegra piscina. Poi piano piano lo ha "varato" in acqua, per poi dimenticarsene e ritornare al caro salvagente e ai braccioli..fino a lasciare (si fa per dire) il rassicurante abbraccio della mamma, lanciandosi in piccole timide, ma indipendenti, nuotate....la nostra paperetta!!!, e lo sguardo spaventato ha lasciato il posto a tanti sorrisi, e sono apparsi anche i primi capricci per uscire dall'acqua.

Tutto il resto è stato giocare a far buche, e cercar di tirar su castelli di sabbia, che finivano immancabilmente sotto i suoi piedini, a rincorrersi...anche a litigare, perché di ascoltar papà proprio non ne vogliamo sapere.
Abbiamo imparato che non è più la vacanza di Gigi e Cri che amano abbarbicarsi su uno scoglio e cuocere al sole, ma che è soprattutto la vacanza di Giada che ama la sabbia, il mare calmo e l'acqua bassa. Per cui siamo andati in cerca di spiagge più consone, un po' più chiassose, ma sicuramente piene di occasioni per giochi tranquilli e per nuovi incontri e amicizie...e bagnanti curiosoni. Ogni volta che l'ho rincorsa, che ho giocato con lei , che l'ho vista giocare, sguazzare, ridere con Cri, ogni volta che mi sono arrabbiato, ogni volta in fondo ho detto finalmente ora è veramente una grande vacanza, la nostra vacanza.






Grazie Puglia per queste bellissime giornate, e grazie Giada per essere insieme a noi, per tutto quello che ogni giorno sei in grado di donarci.


video
Durante questi giorni di mare, abbiamo avuto il piacere di incontrare finalmente la piccola Matilde e quella peperina di Mia con le rispettive mamme, abbiamo fatto tante chiacchiere e un bel bagnetto tutti insieme, tre piccole perle in un mare azzurro, azzurro...una meraviglia!!!




Gigi, Cri e Giada

domenica 19 luglio 2009

E due!!!

Oggi festeggio 2 anni. Papà e mamma mi hanno tirato giù dal letto a furia di tanti auguri a te e cento di questi giorni, mi baciano e continuano a chiedermi "Quanti anni hai?" e io rispondo "Codì" che significa "Così" perché loro mi fanno il cenno della vittoria con le dita e dicono "Tu hai tanti anni così" e allora io lo ripeto..."Codì"...e papà ride e continua a dire "No...devi dire Due" come quando giochiamo a uno, due e tre, pronti via. Ma io ne ho "Codì"..va bene!!!
Oggi mi hanno portato a pranzo fuori



impaziente ho aspettato la mia "Tota" però quando è arrivato il momento delle candeline mi sono emozionata e ho dovuto chiedere aiuto alla mamma...









E poi non ho capito perché tutto il ristorante è esploso ad applaudire..ho pensato che forse volevano che papà la smettesse di cantare tanti auguri a te, ma invece era me che festeggiavano...e allora grazie a tutti.

E' stata una giornata davvero bellissima...e adesso ho anche un bambolotto tutto mio che canta e parla.


Papà lo guarda male, penso che sia per il chiasso che fa, ma a me piace tantissimo..il vecchio si abituerà, in fondo è il mio compleanno...il mio secondo splendido compleanno.



Ah, sono appena tornata da una splendida settimana di vacanze in Puglia...a breve un reportage!!!
Baci a tutti.